Centella

 

La Centella asiatica, Hydrocotyle asiatica, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Umbrelliferae. Essa cresce spontanea nelle zone tropicali e subtropicali ed oggi è coltivata soprattutto nei paesi Asiatici. Ha un fusto strisciante con lunghi stoloni e foglie palminervie. In fitoterapia vengono utilizzate le sue parti aeree. I principi funzionali sono costituiti da una miscela di triterpeni, flavonoidi, aminoacidi ed un olio essenziale contenente vari terpenoidi. Ha una attività antinfiammatoria, favorisce la guarigione delle ferite, aumenta la capacità elastica ed una riduzione dimensionale delle vene, favorendo così la corretta circolazione negli arti inferiori. Alcuni principi attivi della Centella asiatica agiscono sulla sintesi di collagene, attivano la fibrinolisi e aumentano la sintesi della fibronectina, portando ad un complessivo miglioramento della vitalità del tessuto connettivo: per tale motivo può essere utilizzata anche per aiutare a contrastare la cellulite. Inoltre questa pianta è tradizionalmente consigliata, ad uso esterno, per lenire e cicatrizzare le affezioni cutanee come eczemi e psoriasi o per alleviare scottature, screpolature o punture d’insetto. L'utilizzo della Centella asiatica si è rivelato efficace nel trattamento dell'insufficienza venosa cronica, agendo sulla formazione delle placche femorali, sull'ipertensione venosa e sulla microangiopatia diabetica. La medicina ayurvedica fa della centella asiatica un importante rimedio per migliorare la concentrazione e la salute cerebrale. Utilizzare questa pianta avrebbe l’effetto di migliorare la concentrazione, la memoria e di prevenire malattie neurodegenerative. Di recente anche studi scientifici ne stanno dimostrando con successo la veridicità.