Astragalo

 

 

L’Astragalo è una pianta medicinale appartenente alla famiglia delle Leguminose del genere Astragalus. Le parti di pianta utilizzata in fitoterapia sono le radici, le quali contengono principi funzionali come saponine triterpeniche e polisaccaridi. Tali sostanze svolgono una azione tonica adattogena, stimolando e rafforzando le difese immunitarie dell’organismo. L'Astragalo, infatti, è in grado di contrastare l’atrofia di organi quali milza, timo e linfonodi intestinali e di favorire la capacità fagocitaria e la trasformazione dei linfociti T. La pianta, inoltre, vanta proprietà epatoprotettive, aiutando il fegato nel processo di detossificazione e di rigenerazione degli epatociti. Le proprietà dell’Astragalo sono sfruttate da tempi antichi sia in Medicina Occidentale sia nella Medicina Tradizionale Cinese. Questa antichissima tradizione medica lo utilizza da sempre per la sua azione tonificante, in grado di innalzare la soglia della resistenza ai fattori di stress, aumentando l’energia tramite l’accelerazione del metabolismo e promuovendo la riparazione dei tessuti. Attualmente l’astragalo è studiato per il trattamento dell’AIDS e per la prevenzione delle malattie infettive e neoplastiche.