Calendula

 

La Calendula officinalis, appartiene alla famiglia delle Asteracee, cresce nelle regioni mediterranee, i suoi capolini variano dal giallo intenso all’arancio scuro. Il fusto raggiunge i 60 cm di altezza. Gli estratti funzionali di questa pianta sono principalmente flavonoidi, polisaccaridi, un olio essenziale, resine, terpenoidi ed acidi organici. Sono presenti anche dei pigmenti come carotenoidi e xantofille. La calendula possiede proprietà antinfiammatoria, antibatterica, immunostimolante, antivirale e favorisce la cicatrizzazione delle ferite. Viene consigliata dalla commissione E tedesca per il trattamento di infiammazioni del cavo orale, per accelerare la guarigione da scottature e ferite. La medicina popolare la usava per trattare bruciature e scottature, internamente per trattare problemi allo stomaco, itterizia, ulcere, nel trattamento della gastrite, contro la febbre ed i reumatismi.